prof. Francesco Cervelli

Pittura 3
Il programma si propone di fornire l’acquisizione delle conoscenze teoriche e pratiche della pittura. Le lezioni saranno focalizzate sulla pittura nell’atelier, ossia come luogo organizzato ove si apprendono e si sperimentano i fondamenti della materia e si sviluppano le fasi della creazione delle opere, punto cardine dell’esecuzione. Creatività e originalità come obiettivi d’apprendimento.

Obiettivi formativi

Le tecniche pittoriche più diffuse come l’acquerello, la tempera, i colori acrilici o a olio e la relativa estrapolazione del metodo di realizzazione, saranno applicate ai processi di rappresentazione dal vero e all’ideazione libera. Inoltre tali tecniche saranno collegate alla storia della produzione artistica antica e contemporanea, nonché alle ultime tendenze, sino a giungere all’utilizzo delle nuove tecnologie che simulano la pittura attraverso algoritmi complessi.

L’integrazione tra teoria e prassi sarà fonte di esercitazione attraverso la produzione di elaborati, sia in forma di copia che in libera interpretazione di temi originali o derivati da opere specifiche. Gli elaborati richiederanno l’applicazione delle conoscenze tecniche e degli strumenti espressivi man mano acquisiti, come elementi costitutivi del linguaggio della pittura.

Questi ultimi elementi costitutivi, una volta acquisiti, rappresenteranno le competenze necessarie attraverso le quali operare in modo flessibile ed appropriato gli auspicabili superamenti delle tecniche stesse. Sarà dato rilievo, in questa ottica, al potenziale che il discente ha di aprirsi a inedite e personali soluzioni realizzative, con attenzione alle declinazioni del linguaggio della pittura nei diversi ambiti professionali.

A questo punto, come integrazione, verrà proposta la lettura e l’analisi di opere di altre civiltà ed epoche come esercizio essenziale per familiarizzare con la diversità e valorizzare la così detta casualità o errore tecnico. L’allievo in rapporto alla sua sensibilità e alle sue scelte dovrà così riflettere sul concetto di errore: dall’analisi formale a quella psicologica, dalla scoperta dei supporti per “incidente di percorso, all’esecuzione del gesto come rappresentazione polisemica.

Il corso si propone di fornire l’acquisizione delle conoscenze teoriche e pratiche di livello avanzato per la piena padronanza dei metodi e delle tecniche della pittura.

Le attività formative saranno incentrate sullo studio e sperimentazione delle tecniche pittoriche tradizionali e la relativa estrapolazione dei metodi di realizzazione.
Sarà dato rilievo, in questa ottica, soprattutto al potenziale che il discente ha di aprirsi a inedite e personali soluzioni realizzative, con attenzione alle declinazioni del linguaggio della pittura nei diversi ambiti artistici e professionali.

Sarà basilare assimilare le abilità ideative e progettuali indispensabili per la creazione e contestualizzazione espositiva degli elaborati artistici prodotti durante lo svolgimento di specifici laboratori.

La multidisciplinarità e la conoscenza delle ultime tendenze dei linguaggi dell’arte contemporanea saranno proposte allo studente come possibilità di ampliare il confronto operativo e teorico del proprio campo d’indagine a fronte di una più incisiva acquisizione di competenze professionali elevate.


Modalità d'esame

L’esame finale consiste nella presentazione e discussione degli elaborati prodotti durante l’ultimo anno di corso corredati da una tesi. La produzione degli elaborati e l’argomento pertinente della tesi saranno concordati preventivamente con il docente.


Bibliografia di riferimento

Antony Blunt, Le teorie artistiche in Italia, dal Rinascimento al Manierismo, Einaudi 2001
Giorgio Vasari, le tecniche artistiche, Neri Pozza Editori, Vicenza 1996
Cennino Cennini, Il libro dell’arte, a cura di F. Frezzato, Neri Pozza Editori, Vicenza 2003
Corrado Rosati, Tecniche pittoriche e restauro dei dipinti, Edizioni scientifiche A. Cremonese 1991
Bruno Bettelheim; Ferite simboliche, edizioni ES, 2006
AA.VV. Disegno Italiano del Novecento, Electa, Milano 1993
Carlo Pirovano, Enrico Crispolti, La pittura in Italia. Il Novecento/3. Le ultime ricerche, Electa, Milano 1994
Maurice Merleau‐Ponty, L’occhio e lo spirito, Piccola Enciclopedia, (67), Collana SE, 1989
Filiberto Menna, La linea analitica dell’arte moderna. Le figure e le icone, Einaudi 2001
David Hockney, Picasso, traduzione A. Salvini, Abscondita, Milano 2001
Lucio Fontana, Manifesti Scritti Interviste, a cura di A. Sanna, Abscondita, Milano 2015
Claude Monet, Mon Histoire, a cura di L.Giudici, Abscondita, Milano 2009
Jean Soldini, Alberto Giacometti, lo spazio e la forza, Mimesis edizioni, Milano 2016
Franck Maubert, Conversazione con Francis Bacon, Saggi tascabili, LaTerza, 2009
David Sylvester, intervista a Francis Bacon, La Feltrinelli
M. De Micheli, Scritti di Picasso, Feltrinelli 1964

- Ulteriori testi saranno consigliati nel corso delle lezioni in rapporto alle emergenti necessità individuali.